Vedi in italiano Change website language to english
/STORIA - Un gruppo in costante crescita
1957

Avvio dell’attività industriale: nasce la Zincatura Colombo.

1965

Con la Fratelli Colombo S.n.c. il Gruppo Colombo entra nel settore dello stampaggio di manufatti in plastica.

1969

Acquisizione di Smir, che distribuisce materiale termoidraulico e articoli per l’arredo bagno.

1970

Acquisizione di Mebel, specializzata nella produzione di articoli in melamina.

1972

Si consolida l’attività di zincatura di tubi e manufatti in ferro con l’acquisizione di Zincol Marchigiana.
La Fratelli Colombo S.n.c. diventa Colombo S.p.A. e si trasferisce nella sede attuale a Bellusco.
La Zincatura Colombo diventa Zincol Lombarda.

1982

Il Gruppo entra nel settore della produzione di ossido di zinco con l’acquisizione della Imova S.p.A. di Cusano Milanino.

1986

La Imova S.p.A. diventa Zincol Ossidi S.p.A. e lo stabilimento viene trasferito nell’attuale sede di via Adda a Bellusco.

1987

Acquisizione di Philco, storico marchio leader nella produzione di elettrodomestici, dal 1994 al Gruppo Merloni.

1988

Ampliamento della produzione di ossido di zinco, con l’acquisizione di Zinox, a Vado Ligure.

1994

Attraverso Finplastica S.p.A., Co.ge.fin. acquisisce il 50% di Plastiape S.p.A., specializzata nello stampaggio di contenitori e dispositivi per uso farmaceutico.
Insieme ad alcuni acciaieri, tra i primi casi in Italia, con la partecipazione in minoranza di una società partecipata dai dipendenti dell’azienda, Co.ge.fin. rileva dal Gruppo Eni la Pontenossa S.p.A., società specializzata nel recupero e trattamento delle polveri di acciaieria con il processo Waelz da cui si ottengono ossidati di zinco.

1998

Ingresso nel settore sport e tempo libero con l’acquisto e rilancio del Golf Club Brianza a Usmate (MB).

2003

Attraverso Plastiape S.p.A. acquisto di Co-sta e Costa-Pol (Polonia), aziende leader nel soffiaggio e decorazione di flaconi per cosmetica e toiletries.

2006

Avviato il progetto di recupero architettonico del Borgo Antico di Camuzzago attraverso Plus Immobiliare S.r.l. e i soci Sangalli e Puntocasa. Progetto portato a termine nel 2010 con il completo restauro della chiesa di Santa Maria Maddalena, risalente al 1152.

2008

Realizzazione del Golf Club Camuzzago, cui farà seguito nel 2009 la costruzione del Camuzzago Country Club, struttura polivalente con palestra, piscine, campo da tennis/calcio a 5 e paddle.
Cessione di Plastiape, Co-sta e Costa-Pol a Newco controllata da un fondo industriale di private equity: Co.ge.fin. sottoscrive il 10% del capitale sociale della nuova società.

2009

Acquisizione di Ceta, società con stabilimento a Bergamo, leader nella realizzazione di ponteggi per l’edilizia e nella realizzazione di palchi e tribune per sport e spettacolo.

2011

Acquisto dell’immobile industriale di Urgnano (BG) di 90.000 mq di cui circa 45.000 coperti, per lo stampaggio di materie plastiche e la fabbricazione e commercializzazione dei prodotti a marchio Gio’ Style e Ordinett da parte di Colombo Smart Plastic S.p.A., Newco controllata da Co.ge.fin. S.p.A.

2014

Acquisizione attraverso Zincol Ossidi S.p.A. di una porzione dell’area industriale ex Ferrania a Cairo Montenotte di 40.000 mq, in vista della costruzione di un nuovo sito per la produzione di ossido di zinco su un’area coperta di 17.000 mq.

2015

Co.ge.fin. supporta l’investimento nel fallito Monza Calcio che viene rilevato dal Presidente Nicola Colombo e riportato nei professionisti nel giro di due anni.

2018

Ampliamento del campo da golf di Camuzzago con 5 nuovi par 4.
Cessione del Monza Calcio al Gruppo Fininvest di Silvio Berlusconi.

2019

Co.ge.fin. è inserita dal Corriere della Sera tra le 100 aziende italiane “Top Performer”, nella classifica CHAMPIONS, che seleziona le aziende che negli ultimi sei anni ottengono i migliori risultati di bilancio.

Scorri per passare a NUMERI tra